Sentiero di permacultura creativa

Il nostro progetto  frutto di un’idealità e di anni di lavoro,  ha voluto dare nuova vita a un’azienda agricola, puntando sulla tutela dell’ambiente e al tempo stesso arricchendo gli spazi di significati culturali . La nostra vuole essere una realtà aperta alle relazioni e ai confronti, che tutti possono liberamente frequentare e vivere!”

Cà dell’Agata salvaguarda la biodiversità recuperando e coltivando antiche e dimenticate varietà di frutta ed ortaggi che si possono osservare percorrendo il SENTIERO DI PERMACULTURA che si snoda all’interno di Cà dell’Agata. E’ un sentiero progettato sul modello degli orti benedettini, guidato dal motto “ora et labora”, dove si alternano spazi coltivati a  macchie di fiori e rose e panchine del riposo e meditazione. E’ composto da:

.L’ORTO DELLA VITA, un terreno con forme concentriche che mettiamo a disposizione gratuitamente a cittadini e appassionati, chiedendo una collaborazione volontaria per coltivare piante da seme in modo biologico. E’ un’orto destinato al recupero di piante da seme, data la difficoltà di recuperare semi biologici di piante autoctone del territorio.

.L’ORTO DEGLI AROMI , dove Mariella coltiva le erbe aromatiche, il rabarbaro e il “cren” che usa in cucina per insaporire naturalmente i piatti.

.Il FRUTTETO DEI FRUTTI RITROVATI e da noi recuparati ,con duecento piante coltivate e selvatiche di 90 varietà diverse.

.IL CERCHIO DELLA RICONCILIAZIONE  , uno spazio di arte-natura dove due cerchi di piante autoctone delimitano un’arena dove poter raccogliersi in meditazione o incontrarsi per festeggiare in contatto con la natura.